I Greci e la religione


I Greci erano politeisti, credevano cioè in numerosi dei potentissimi e immortali che avevano la facoltà di inervenire nella vita umana per ostacolarla o per facilitarla. 
Gli dei in cui credevano i Greci avevano sembianze e caratteristiche umane, erano una sorta di popolo divino che risiedeva sull'Olimpo, il monte più alto della Grecia.

I principali dei adorati nell'antica Grecia erano:


Zeus: padre degli dei, e dunque il più importante di tutti
Era, moglie di Zeus. protettrice dei matrimoni
Atena, protettrice delle arti e delle scienze rappresentava la saggezza
Poseidone, il dio dei mari
Ermes, messaggero degli dei e protettore dei mercani
Afrodite, dea dell'amore e della bellezza
Ares, dio della guerra
Apollo, protettore e ispiratore di poeti e di cantori
Artemide, protettrice della caccia 
Efèsto, dio del fuoco
Demetra, dea dell'agricoltura e della fecondità
Diònisio, dio del vino


In onore degli dei, i greci edificavano templi e santuari, ognuno consacrato ad un dio. 
I fedeli di tutta la Grecia intraprendevano pellegrinaggi verso la divinità che volevano consultare, ponendo le loro domande nella ricerca di un responso, il compito di fare da tramite tra le richieste degli uomini e le risposte degli dei era affidato ai sacerdoti e alle sacerdotesse che si ponevano come interpreti degli oracoli, messaggi non chiari che gli dei mandavano e che necessitavano quindi di qualcuno in grado di interpretarli. 


Leggi anche

stampa la pagina

Commenti