La pòlis di Atene


Atene sorgeva sul mare e il grande porto era il centro della vita commerciale dove si concentravano gli scambi economici e culturali della popolazione. 

Inizialmente governata da una oligarchia (come Sparta) fu proprio lo sviluppo del commercio e della classe dei commercianti ad alimentare il conflitto con i nobili per l'esercizio del potere. 

Per evitare lotte interne e dissapori tra gli abitanti il legislatore Dracone emanò le prime leggi scritte. 


Fu con Solone che si riuscì a dare un'impronta democratica al governo in quanto il privilegio di nascita (e quindi di casta nobiliare) fu sostituito con quello della ricchezza, consentendo così anche ai cittadini non nobili ma arricchitisi con il proprio lavoro di partecipare alla vita politica della città e al governo. 

Il voto fu così allargato ai cittadini ateniesi ma ne restavano esclusi gli stranieri, le donne e gli schiavi.


stampa la pagina

Commenti

  1. Mi è stato molto utile nella mia ricerca. Grazie.
    Alessandro - 5 elementare

    RispondiElimina
  2. BELLA QUESTA RICERCA ...<3GRAZIE TANTE!<3*

    RispondiElimina
  3. BELLA RICERCA ...<3 GRAZIE<3*

    RispondiElimina

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?