Filastrocche: I Sumeri, che inventori



Benvenuti nella storia
che ci porta nel passato
in quel luogo sconfinato
dove il Tigri e l'Eufrate
han visto oltre 6000 soli d'estate!

I Sumeri, che inventori
civiltà di gran valori
dallo scrivere al contare
lor capiron come fare
ruota e leggi, pure quelle
geometria e fin le stelle!

Per i campi han lavorato
l'acqua hanno dominato
e così poi le città
crescevan ricche, or qua e or là
con la torre proprio al centro
e le porte per andar dentro!

Ecco il Re nel suo splendore
che governa a tutte le ore
tanti dei e sacerdoti
funzionari competenti
poi mercanti ed artigiani 
mentre fuori, ahimè, i più villani!


.....................................................


impariamo la storia dei sumeri con una filastrocca
Quella che avete appena letto è la filastrocca per memorizzare la vita dei Sumeri. L'avete già letta? Bene, ora vi spiego qualche trucco per usare la filastrocca per farvi ricordare tutti i dettagli della vita dei Sumeri!

Benvenuti nella storia che ci porta nel passato in quel luogo sconfinato dove il Tigri e l'Eufrate han visto oltre 6000 soli d'estate!
I Sumeri vissero 4000 anni Avanti Cristo, se aggiungiamo i 2000 del Dopo Cristo ecco che arriviamo a 6000 anni fa!. La zona dove vissero i Sumeri si chiamava Sumer, ed era posta tra i fiumi Tigri ed Eufrate, nell'antica Mesopotamia.
I Sumeri, che inventori civiltà di gran valori dallo scrivere al contare lor capiron come fare ruota e leggi, pure quelle geometria e fin le stelle!
Le invenzioni dei Sumeri sono state importantissime per la storia e la loro grande Civiltà si è sviluppata ed è fiorita anche grazie al loro ingegno. Tra le invenzioni più grandi ci sono la scrittura e l'aritmetica, la geometria e l'astronomia, e non dimentichiamoci della ruota che permise di cambiare il modo di trasportare persone e oggetti e di utilizzare gli animali.
Per i campi han lavorato l'acqua hanno dominato e così poi le città crescevan ricche, or qua e or là con la torre proprio al centro e le porte per andar dentro!



Ma i Sumeri non avrebbero potuto raggiungere un tale successo e un così alto livello di civiltà se non avessero prima bonificato il terreno, imparando a controllare l'acqua grazie a canali e argini. Il terreno fertile si dimostrò poi molto adatto per le coltivazioni (cereali, legumi e sesamo).

La civiltà dei sumeri si sviluppò tanto da fare nascere le prime città. Le città più importanti erano Ur e Uruk (cercate di ricordarvele quando pensate a or qua e or là), al centro delle città si trovava la Ziggurrat, ovvero la torre utilizzata come osservatorio astronomico dall'alto e magazzino dal basso. Le città erano delimitate da mura difensive, per poter entrare bisognava necessariamente passare dalle porte. 

 Ecco il Re nel suo splendore che governa a tutte le ore tanti dei e sacerdoti funzionari competenti poi mercanti ed artigiani mentre fuori, ahimè, i più villani!


Le città sumere erano governate da un Re, ad aiutarlo c'erano i sacerdoti (non dimentichiamoci che i sumeri erano politeisti, credevano in tanti dei) e funzionari. Nelle città vivevano poi artigiani e mercanti, e insieme collaboravano per creare e commerciare prodotti manifatturieri. I contadini non avevano i mezzi necessari per vivere in città e abitavano in piccoli villaggi vicino ai terreni che coltivavano.


Leggi anche:

stampa la pagina

Commenti

  1. Grazie, mio figlio è dislessico ed è grazie a pagine come questa che riesco a farlo studiare più facilmente

    RispondiElimina
  2. Molto utile! Grazie

    RispondiElimina
  3. Grazie a voi per i vostri commenti. Continuate a seguire elementari.net, sto per pubblicare altri approfondimenti utili per i bambini con difficoltà di apprendimento

    RispondiElimina
  4. Grazie di cuore molto utile

    RispondiElimina
  5. Silvan de' Silvani4 novembre 2017 09:27

    Perfetto! Le filastrocche aiutano! aiutano la memoria, aiutano l'apprendimento, aiutano a ricordare: sono le stampelle che ci aiutano nel cammino della vita piena di misteri e di cose belle, se ben tornite, udite...udite...ci aiutano a dar un ulterior giro di vite...per entrare nel profondo delle cose come se fossero petali di rose...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti, mi sa che tu sei proprio bravo. Se hai un sito lasciami il link che curioso volentieri. Grazie del tuo commento.

      Elimina

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?