La Valle d'Aosta

La Valle d'Aosta è la più piccola regione italiana con i suoi 3.263 km quadrati di estensione. 
I suoi abitanti, i valdostani, sono circa 125.000, la densità di popolazione, in proporzione, è di 38 abitanti per ogni km quadrato. E' la regione meno abitata d'italia ma il reddito pro-capite dei valdostani è più alto di quello medio nazionale.

La Valle d'Aosta è una regione completamente montuosa, con cime importanti che superano i 4.000 metri di altitudine tra cui il Monte Bianco, la vetta più alta d'Europa con i suoi 4807 metri.
Il clima è alpino, gli inverni sono rigidi e caratterizzati da abbondanti nevicate e le estati fresche con frequenti piogge.


La Valle d'Aosta confina a Nord con la Svizzera, a Ovest con la Francia e a Sud ed Est con il Piemonte. 
Non ha sbocchi sul mare. 


La Valle d'Aosta è solcata da numerose valli che confluiscono in un'ampia vallata centrale, è quì che sorge la città di Aosta, capoluogo della Regione nonchè unica provincia. Aosta nasce come accampamento romano divenuto un vero centro urbano, la sua storia si racconta ancora oggi grazie a importanti monumenti come le mura, l'Arco di Augusto e la Porta Pretoria.

La Valle d'Aosta è una delle cinque regioni italiane a statuto speciale, i suoi abitanti parlano l'italiano e il francese.



Economia
Il turismo rappresenta la fonte di ricchezza primaria nella regione, praticamente una persona su 4 lavora nel settore turistico. La rete stradale e i sentieri collegano tutti i punti ambientali che la regione ha imparato a valorizzare, e numerosi alberghi e rifugi in alta quota offrono accoglienza a quanti vogliono intraprendere gli sport invernali sciando su centinaia di km di piste o visitare i magnifici castelli che dominano il territorio, impregnati di storia e di cultura.
Il turismo a sua volta incrementa il commercio, il settore terziario copre circa il 70% degli ingressi economici della regione.

Il 25% delle ricchezze della Valle d'Aosta è dato dalla produzione di energia elettrica, dalle industrie casearie (con la produzione di fontina in testa) e dall'artigianato del legno.

L'agricoltura (produzione di cereali, patate e vino), l'allevamento dei bovini da latte e la produzione di legname riguardano solo il 5% dell'economia della Valle D'Aosta.

La percentuale di disoccupati in Valle d'Aosta è inferiore al 4% della popolazione.




Nessun commento:

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?