Geografia: statistiche, censimenti e aggiornamenti continui



In Italia vivono oltre 60.000.000 di abitanti, a voler essere ancora più precisi nel preciso momento in cui sto scrivendo questa pagina siamo 60.455.860, il numero degli italiani è raddoppiato in questo ultimo secolo ma l’aumento della popolazione non è proporzionale al numero di nascite.

La popolazione italiana è cresciuta principalmente perché la ricerca scientifica e le migliorate condizioni igieniche e ambientali ci permettono di vivere più a lungo, allungando quindi la durata della vita, inoltre un importante contributo è arrivato dagli stranieri che si sono trasferiti in Italia e che ne hanno acquisito la cittadinanza italiana.

Statistiche e censimenti sono strumenti ufficiali per “misurare” tante informazioni come il numero degli abitanti e la densità di popolazione, ossia il dato che ci dice quante persone vivono in 1 km quadrato. 

Le statistiche ci dicono che in Italia la densità di popolazione per chilometro quadrato è di circa 200 persone, questo non significa però che il dato corrisponda alla realtà, si tratta di una media nazionale, in una città come Roma la densità di abitanti supera gli 800 mentre ci sono paesi dove vivono poche anime.

Quando leggiamo una statistica dobbiamo sempre tenere conto dei parametri che sono stati analizzati per valutare la sua attendibilità reale, più il campione analizzato è grande più il risultato sarà generico. Le statistiche sono molto utili in geografia, ci forniscono dati interessanti sulla vita delle persone che abitano in una determinata zona, sul loro stile di vita, sulle professioni e perché no, anche sui loro problemi.
Alcuni luoghi possono essere poco abitati perché isolati e difficili da raggiungere, altri possono essere sovraffollati e rappresentare criticità per la stretta convivenza con moltissime altre persone, la densità di popolazione è solo un dato, facilmente reperibile grazie a internet, che può aiutare nello studio e nella comprensione della geografia. Le statistiche riguardano tantissime informazioni diverse ed essendo dati divulgati ufficialmente non è difficile recuperare le informazioni che ci servono per capire i territori che vogliamo approfondire.


Facciamo un esempio concreto? 
Digitando “Densità di popolazione Liguria” sul motore di ricerca (io uso google) leggiamo che la densità è di 288 abitanti per km quadrato su una superficie di 5.416 km complessivi ma se digitiamo “Densità di popolazione Genova” scopriamo che in media in 1 km quadrato vivono 2.429 persone, su una superficie di 240 km quadrati. Possiamo dedurre che Genova sia effettivamente una città molto popolata e con un territorio modesto rispetto a quello dell’intera Liguria.
Digitando ora “statistiche liguria” si recupera immediatamente il link ufficiale della Regione Liguria che ci fornisce tantissimi dati e informazioni su: agricoltura, ambiente, commercio, economia, finanza, famiglia, imprese, industria, trasporti, popolazione e salute. Certo queste informazioni non sempre sono di facile lettura, a volte sono troppo abbondanti per una semplice ricerca, ma possono servire oltre che per le analisi più approfondite anche solo per identificare i settori che vogliamo approfondire, e capire magari che la produzione dell’olio e del turismo sono particolarmente rilevanti in Liguria in quanto emergono facilmente.

La geografia è una materia in continua evoluzione, spesso i libri di testo non sono aggiornati e soprattutto può bastare una decisione politica o economica per modificare radicalmente la vita di un bacino geografico. Le fabbriche che fino a ieri costituivano la prima risorsa economica di una città chiudono e  trasferiscono la produzione all'estero rivoluzionando non solo la propria economia ma quella di moltissime famiglie, a volte del paese intero… Il mercato internazionale dei fiori smette di rivolgersi ai produttori italiani e inizia ad acquistare da altri paesi che sono diventati più competitivi, le aziende italiane per continuare a lavorare si riconvertono ad altre coltivazioni o all'accoglienza turistica... Sono passaggi molto rapidi che riguardano l’attualità, ma la geografia è fatta di attualità dinamica, di cambiamenti repentini, di aggiornamenti costanti. 

So che questo sito è letto da molti ragazzi, e so che molti adulti ritengano internet pericolosa per i minori, già in passato mi ero espressa su questo argomento e ribadisco che internet è utile per i bambini e per i ragazzi esattamente come lo è per gli adulti, forse anche di più perché le ricerche in rete sono “mirate” a reperire informazioni didattiche e spesso avvengono con la supervisione di un adulto che di fatto vigila ma in concreto spesso osserva e impara dal piccolo insegnante…




Commenti