I cambiamenti climatici e l'effetto serra

Il clima, in tutte le varietà che determinano i diversi ambienti, non è un elemento statico e immutabile, può subire dei cambiamenti e dunque modificare l'equilibrio che ha reso il nostro pianeta vivibile. Questi cambiamenti possono avvenire nel corso di lunghissimo tempo così come possono essere estremamente repentini e possono essere dovuti a cause naturali, come il movimento della crosta terrestre o la variazione dell'orbita del pianeta o, come più spesso accade, per l'azione dell'uomo.

La terra è formata da molti strati, il guscio esterno del pianeta prende il nome di litosfera ed è divisa in grandi zolle, le placche litosferiche. Queste placche sono in continuo movimento, anche se si muovono con impercettibile lentezza. 

La formazione del nostro pianeta, la nascita delle catene montuose e della divisione dei continenti sono il frutto di questi mutamenti, il galleggiamento delle placche ha portato ad allontanamenti, ad avvicinamenti e a scontri, i mari si sono aperti e divisi e le catene montuose sono scaturite da questi scontri, questi fenomeni naturali hanno reso il pianeta quello che è, un patrimonio di bellezza e varietà inestimabile, la fonte stessa della vita umana.

L'orbita terrestre e le sue variazioni portano invece a modificarne l'esposizione solare, e conseguentemente a modificare il clima.

Ma l'universo è tenuto insieme da un equilibrio cosmico sorprendente e non è certo l'orbita terrestre a minacciare, ora, il nostro pianeta, i nostri principali nemici siamo proprio noi, gli uomini, noi che abbiamo costruito ovunque, noi che abbiamo disboscato, noi che consumiamo più risorse di quante realmente ce ne occorrano e senza preoccuparci delle conseguenze derivanti dai nostri abusi.

L'effetto serra spiegato ai bambini

L'EFFETTO SERRA

La prima conseguenza dell'aggressione umana alla terra è l' esasperazione dell'effetto serra.
L'effetto serra è un fenomeno naturale, uno di quei fattori che ha permesso la nascita della vita sul pianeta, ed è quel fenomeno che permette di riscaldare la terra, consentendo al calore di entrare e impedendogli di uscire, trattenendolo. 
I raggi solari che raggiungono la terra vengono trattenuti da una sorta di "serra" composta dal vapore acqueo e da alcuni gas (definiti appunti gas serra) come l'ozono, il biossido di carbonio e il metano che creano una sorta di coperta superficiale sulla crosta terrestre permettendo al pianeta di trattenere quel calore indispensabile per la vita.

Ma l'uomo ha aumentato notevolmente il quantitativo di gas serra nell'ambiente, gas che viene incrementato costantemente dall'inquinamento prodotto dalle automobili, dalle fabbriche e dagli impianti di riscaldamento, determinando un aumento globale della temperatura terrestre

I nostri grandi ghiacciai hanno iniziato a ridursi e a scomparire e anche le risorse glaciali del polo nord, area geografica scarsamente abitata in cui l'impatto umano può considerarsi modesto, ha iniziato a risentire dell'aumento della temperatura globale, innescando un processo di disgelo che crea grosse preoccupazioni e incognite sul nostro futuro.

Ed è proprio la preoccupazione per il futuro che sta spingendo sempre più giovani a passare da una sensibilità  passiva verso i problemi dell'ambiente a un attivismo convinto. Il pianeta che riceveranno in eredità le future generazioni non sarà più quello che conoscevamo perché il cambiamento è rapido ed è estremamente difficile trovare soluzioni globali.

Comportamenti civili corretti possono contribuire a rallentare questo processo ma solo se attuati su grande scala possono frenare il fenomeno e dunque ristabilire l'equilibrio.

Non si tratta solo dei gas di scarico, delle fabbriche che producono a pieno ritmo più beni di quanti ne servano, si tratta di fare scelte quotidiane consapevoli, di rispettare l'ambiente recuperando quello che già è stato prodotto, differenziando la spazzatura in modo che possa essere riciclata, si tratta di scegliere alimenti sani prodotti nelle proprie aree geografiche e coltivati o allevati con principi etici concreti. Si tratta di essere meno individualisti e non pensare innanzitutto ai propri desideri ma a quelli della collettività, ricordandosi sempre che se in questo mondo la prima legge che conta è, purtroppo, quella economica è comunque la domanda che determina l'offerta e perseguire scelte etiche nei propri acquisti è l'unico modo per influenzare i grandi poteri.


I cambiamenti climatici spiegati ai bambini



Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq


I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog