Ricevimenti e vita sociale nell'antico Egitto



Gli egizi erano molto socievoli, amavano intrattenersi in gruppo a chiacchierare e passare del tempo insieme, nelle famiglie più modeste questa socialità si manifestava in occasioni informali mentre per l’alta società i ricevimenti rivestivano una grande importanza ed erano considerati non solo momento di incontro conviviale ma anche manifestazione di ospitalità ed espressione di intrattenimento.

Il padrone di casa organizzava l’evento nei minimi dettagli, gli ospiti venivano accolti da giovani schiave che li omaggiavano con fiori e che aspergevano costose fragranze profumate per rendere l’ambiente sempre gradevole mentre  musicisti e ballerine si esibivano per il piacere degli ospiti.

Ai ricevimenti partecipavano uomini e donne, queste ultime, per protocollo, dovevano essere accompagnate da un cavaliere, marito, padre o fratello che fosse. 
L'egiziano, un padrone di casa molto attento alle cortesie per gli ospiti
Gli abiti da società dovevano essere impeccabili e per l’occasione, soprattutto le signore, si preparavano con gran cura per sfoggiare un trucco raffinato, capigliature elaborate e vestiti eleganti accompagnati da gioielli e monili alla moda.

Nella dimora dell’ospite poi gli uomini tendevano a stare in un gruppo a chiacchierare di politica e di affari mentre le donne, raccolte in un altro gruppo, preferivano argomenti più ameni come la moda e il gossip. 

In queste occasioni venivano serviti grandi quantità di cibi prelibati e le bevande alcooliche scorrevano generosamente, tanto nel gruppo degli uomini quanto in quello delle donne.

Anche gli egizi meno abbienti erano soliti scambiarsi visite e intrattenersi in compagnia ma in modo molto meno sfarzoso e dispendioso, come in tutte le culture c’era sempre qualcuno, solitamente un anziano, dotato di grande memoria o di fervida immaginazione che catturava l’attenzione dei suoi ascoltatori per ore intrattenendoli con l’arte del saper raccontare le storie.




Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq