Il suono

Il suono si diffonde nell'ambiente per irraggiamento, in pratica genera un'onda rotonda che si propaga intorno. Per visualizzare l'immagine del suono si può immaginare di tirare un sasso nell'acqua di un lago: nel punto dove il sasso è caduto si creano delle onde circolari che diventano sempre più ampie e arrivano sempre più lontano. Il suono, con le sue onde sonore sferiche, si comporta proprio come quelle onde sull'acqua, e il mezzo con il quale si espande sono le vibrazioni. Il suono fa vibrare l'aria, l'elemento che comunemente lo trasporta, ma è ancora più veloce nei liquidi e nei solidi. La materia è un ottimo conduttore del suono in quanto le molecole che la compongono sono molto vicine e permettono al suono di trasmettere le sue vibrazioni con grande velocità.

Il suono è veloce, ma non quanto la luce, infatti durante un temporale si avverte prima il lampo e poi si sente il boato del tuono, nonostante questi due fenomeni avvengano simultaneamente.

Il suono si esprime anche con un bizzarro fenomeno, l'eco. L'eco si verifica quando le onde sonore si diffondono  nell'aria per una certa distanza senza incontrare ostacoli, acquistando potenza, e quando poi si infrangono con un ostacolo questo le rimanda indietro esattamente come uno specchio fa con la luce, provocando la riflessione del suono.

Le caratteristiche che contraddistinguono i suoni sono l'intensità e l'altezza. 

L'intensità del suono è la sua potenza, la sua forza, il volume con cui si impone, è strettamente collegato all'ampiezza delle onde sonore e viene misurato con i decibel.

L'altezza di un suono è collegata alla frequenza delle vibrazioni, un suono che ha molte vibrazioni al secondo sarà alto o acuto mentre un suono che ha poche vibrazioni al secondo sarà basso o grave.

Non tutti i suoni sono udibili dall'uomo, l'udito infatti percepisce solo i suoni che rientrano in una determinata frequenza, i suoni che l'uomo non può percepire sono chiamati ultrasuoni e si trovano al di sopra o al di sotto delle frequenze del range umano. Alcuni animali possono percepire gli ultrasuoni, tra questi i delfini, i cani e molti insetti. I pipistrelli utilizzano gli ultrasuoni come un radar, per orientarsi nell'ambiente.


IL SUONO DELLA VOCE

Per parlare occorrono alcuni ingredienti: l'aria dei polmoni, le corde vocali, la lingua e le labbra.

L'aria dei polmoni che transita nella gola uscendo dal nostro corpo fa vibrare le corde vocali, una specie di sipario che si può aprire e chiudere come quello di un teatro, formato da materia elastica e situato in fondo alla gola. Questo suono non diventa parola fino a quando, grazie ai movimenti della bocca e della lingua, non lo trasformiamo in parole.


riassunto di scienze sul suono


Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq


I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog