Il mito greco



La civiltà greca nacque dal bisogno di condivisione di un'origine comune che accomunava i vari popoli che si erano stabiliti sulla penisola greca, da questo bisogno di affermare la propria individualità come popolo si creò il mito di un comune antenato.
Il dio
Zeus, per punire la malvagità e la cattiveria dell'uomo decise di fare scomparire il genere umano dalla terra e scatenò un terribile diluvio, ma decise di risparmiare Deucalione e sua moglie Pirra perchè erano buoni e saggi.


Così Deucalione e la moglie costruirono un'
arca e vi si rifugiarono mentre l'alluvione spazzava via tutto il genere umano. L'arca navigò per nove giorni quando, con il placarsi della furia delle acque, approdò sul monte Parnaso.
Deucalione supplicò Zeus di fare rivivere il genere umano e Zeus lo accontentò: Deucalione e Pirra raccolsero delle pietre e se le gettaro
no dietro le spalle camminando, da queste pietre nacquero nuovi uomini e donne.
Il figlio maggiore di Deucalione fu
Elleno, considerato il padre di tutti gli Elleni, ed è per questo che la Grecia fu chiamada Ellade e ancora oggi i Greci chiamano così la loro terra.

Nessun commento:

ascolta i post:

Questo sito è supportato da un servizio di audiolettura automatica per aiutare nella comprensione i bambini dislessici. Il pulsante "ascolta" non compare però nelle singole pagine ma solo in home page e nelle pagine di ricerca, potete visualizzare le pagine attraverso i tag laterali o cliccando su una singola etichetta tra quelle a fondo articolo e poi cliccare "ascolta" sotto l'articolo di vostro interesse. La visualizzazione del tasto "ascolta" può richiedere qualche secondo.