Australopiteco - Caratteristiche fisiche, alimentazione, informazioni sulla sua vita


L'australopiteco (video) è un ominide che prende il nome dalla zona in cui visse 3 milioni e mezzo di anni fa, ovvero l'Africa Australe (l'Africa del sud). 

Dalle impronte trovate sul terreno, gli antropologi hanno potuto stabilire che l'australopiteco iniziò a camminare su due piedi, cominciando il processo di evoluzione che lo allontanerà dall'aspetto scimmiesco (al quale ancora assomiglia) per avvicinarlo a quello umano. 

Un'importantissima scoperta, avvenuta nel 1974, ha permesso agli scienziati di ricostruire uno scheletro quasi completo di australopiteco femmina, divenuta famosa con il nome di Lucy
Realistica ricostruzione facciale di Lucy, l'ominide australopiteco

Aspetto fisico dell'australopiteco e abitudini

Grazie a Lucy sappiamo che aspetto avessero: alti poco più di un metro e con il corpo ricoperto di peli, l'arcata sopraccigliare sporgente e la fronte bassa, la mandibola pronunciata e la dentatura molto sviluppata, anche perché si nutrivano di radici, bacche e frutti selvatici, cibi che richiedevano una lunga masticazione

Lucy viveva in gruppo, e le sue preoccupazioni principali erano quelle di trovare un riparo e cibo.
Non utilizzando più le mani per camminare, l'australopiteco iniziò a usarle a scopo difensivo per tirare rami e sassi in caso di pericolo, o per schiacciare i gusci dei frutti con le pietre, iniziando a comprendere l'uso degli utensili e migliorando la propria manualità.

Per difendersi dagli animali feroci, o per difendere il proprio territorio da altri gruppi estranei al proprio nucleo, utilizzava sassi  e rami appuntiti, armi rudimentali utili anche nella caccia ai piccoli animali, soprattutto nei periodi di siccità quando le piante, la sua alimentazione prediletta, diventavano più rade. 

Come cacciava l'australopiteco

L'australopiteco non era ancora in grado di cacciare grandi animali ma poteva catturare piccole prede,  si appostava di fronte alle tane e attendeva con pazienza il momento della cattura.
Inoltre integrava la sua dieta  nutrendosi del midollo osseo che estraeva dalle ossa di carcasse di animali già morti, per poi usare quelle stesse ossa frantumate come armi e utensili.

Il pollice opponibile

La principale rivoluzione dell'australopiteco fu quella della manualità, grazie al pollice opponibile infatti riuscì a sviluppare l'abilità manuale che gli permise di creare oggetti rudimentali e di compiere movimenti e azioni sempre più complesse, stimolando il cervello per ingegnarsi a sopravvivere in un ambiente che era tutto tranne che sicuro.

Australopitechi o Australopiteci?

Il plurale correntemente utilizzato per il termine "australopiteco" è "australopitechi", per quanto anche la forma australopiteci sia corretta anche se meno utilizzata.

Se ti aspetti un'interrogazione sull'australopiteco puoi aiutarti nello studio con la filastrocca della mia amica Lucy, ti aiuterà a memorizzare tutto quello che serve sapere!










gli ominidi, evoluzione dell'uomo preistorico


PREISTORIA

la filastrocca dell'australopiteco



Ultimo aggiornamento: ottobre 2020



Commenti

  1. questo testo è servito molto a mia figlia che ha preso 10

    RispondiElimina
  2. Accidenti.!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. avete fatto un errore di grammatica. correggete grazie, dalla terza b della scuola g.verdi

    RispondiElimina
  4. Grazie per la segnalazione, il refuso era più di uno in effetti per via di un salvataggio parziale in fase di modifica.

    RispondiElimina
  5. avete sbagliato il collegamonto con Homo abilis perchè quando clicco esce la pagine del Homo erectus
    per il resto complimenti!
    è spiegato davvero bene
    :)

    RispondiElimina
  6. Mi e stato utile

    RispondiElimina
  7. Mi è stato utile

    RispondiElimina
  8. A me non tanto😮

    RispondiElimina
  9. Utile e ben fatto. Ho trovato tutte le risposte che cercavamo

    RispondiElimina
  10. Utile e ben fatto, ho trovato tutte le risposte che cercavamo.

    RispondiElimina
  11. Scusate da cosa si ripara a l'australopiteco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dagli animali feroci innanzitutto, e dalle intemperie

      Elimina

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq


I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog