La pianura



Si ha la pianura a un'altitudine inferiore ai 200 metri sul livello del mare, altro requisito per identificare un terreno come pianura è l'assenza quasi totale di rilievi.  Non è raro che le pianure siano attraversate da corsi d'acqua, questo favorisce di molto le attività umani quali l'agricoltura. 
Ci sono pianure in cui si possono distinguere due zone una parte più alta con il terreno permeabile, arido e asciutto perché composto prevalentemente da ghiaia e pietrisco che non riescono a trattenere l'acqua piovana e una parte più bassa in cui il terreno è impermeabile perché composto da  fango e argilla che trattengono l'acqua, rendendo fertile il terreno.
Molte pianure si sono create per l'azione dei fiumi che, scorrendo, hanno trasportato vari materiali e modificato il terreno che attraversavano, creando appunto la pianura alluvionale. E' proprio questo tipo di pianura quello diviso tra alta e bassa pianura.

Altre pianure si sono formate per l'accumularsi di ceneri vulcaniche e lava, come quelle nate dal Vesuvio, molto fertili per via della composizione chimica del terreno stesso delle pianure vulcaniche.



Altre pianure si sono create con il sollevarsi dei fondali marini per via di una forte spinta originaria dal centro della terra. Queste sono le pianure di sollevamento, come il Tavoliere in Puglia. 
Se oggi le pianure sono densamente abitate e sfruttate per le attività umane, non si può dire lo stesso del passato. Infatti le zone pianeggianti sono tendenzialmente paludose, e per renderli abitabili sono stati necessari interventi di bonifica e ampi disboscamenti di terreni. Le pianure bonificate sono poi state coltivate a cereali, ortaggi, alberi da frutto e foraggio per gli animali. Spesso a bordo dei campi non è raro vedere numerosi alberi piantati proprio a protezione dei campi stessi, con lo scopo di frangere il vento. 
L'agricoltura è stata poi affiancata dall'industria, innanzitutto quella alimentare e conserviera, che sfrutta i prodotti della terra, poi l'allevamento e infine altre industrie non legate al territorio come quelle meccaniche e tessili. I trasporti sono particolarmente facili in pianura, non essendoci ostacoli naturali come le montagne, e questo ha sicuramente favorito la nascita dei centri urbani e delle infrastrutture. 

stampa la pagina

Commenti