Gli ambienti acquatici: il fiume

Il fiume è fondamentale per la vita dell'uomo, è un corso d'acqua dolce alimentato dalle sorgenti, dalle piogge, dagli scioglimenti dei ghiacciai e da altri fiumi, gli affluenti. Il punto in cui nasce un fiume è la sorgente.

Il territorio che comprende un fiume e tutti i suoi affluenti si chiama bacino idrografico. Il fiume scorre nel suo letto, un solco delimitato da due rive o sponde scavato dalla forza esercitata dall'acqua stessa nel suo percorso. Le ampie curve che il corso d'acqua forma si chiamano anse. Il punto in cui il fiume si getta nel mare è detto foce, e può essere a delta o a estuario.

Il fiume modifica il paesaggio per mezzo di due diverse azioni, l'azione erosiva e quella di deposito. Con l'azione erosiva si hanno tratti in cui il terreno ha una forte pendenza perché l'acqua scava il suo letto trascinandosi dietro detriti e materiali vari. Questo materiale si accumula a valle, dove l'acqua scorre più lentamente, e l'azione di modifica del paesaggio diventa in questo caso di deposito.
L'erosione può causare inondazioni durante i periodi di piena, gli uomini cercano di limitare questa possibilità costruendo degli argini artificiali a difesa delle coltivazioni e dei centri abitati. 

Nessun commento:

ascolta i post:

Questo sito è supportato da un servizio di audiolettura automatica per aiutare nella comprensione i bambini dislessici. Il pulsante "ascolta" non compare però nelle singole pagine ma solo in home page e nelle pagine di ricerca, potete visualizzare le pagine attraverso i tag laterali o cliccando su una singola etichetta tra quelle a fondo articolo e poi cliccare "ascolta" sotto l'articolo di vostro interesse. La visualizzazione del tasto "ascolta" può richiedere qualche secondo.