Roma, una civiltà lunga dodici secoli

La civiltà romana durò oltre dodici secoli, iniziò nel 753 a.C. con la fondazione di Roma, nata dai villaggi fondati sulle alture del Lazio da popoli di contadini e pastori di sabini, latini e altre popolazioni locali che abitavano nei monti, e terminò nel 476 d.C. con la caduta dell'Impero Romano d'Occidente.
La prima forma di governo era affidata ad un re e agli aristocratici, ed è durante la monarchia ( dal 753 a.C. al 509 a.C.) che Roma si trasforma da villaggio in città, iniziando l'opera di conquista delle città vicine. 


Durante l'era Repubblicana (dal 509 a.C. al 31 a.C.) l'espansione territoriale si spinge all'Italia meridionale e arriva ad includere tutte le terre affacciate sul Mediterraneo. Nella Roma imperiale (dal 31 a.C. al 476 d.C.) si raggiunge la massima espansione, il potere di Roma arriva a governare in tre diversi continenti (Europa, Asia, Africa) e molte civiltà soccombettero sotto al potere imperiale: i Greci, gli Egizi, gli Ebrei, per esempio.  Il grande territorio romano comprendeva, nel periodo di massima espansione e splendore, tutte le maggiori civiltà fiorite precedentemente nel Mediterraneo. 




cartina della Roma Imperiale
Oggi Roma è la capitale d'Italia, è una città con oltre tre milioni di abitanti e conserva le tracce del suo passato visibili nelle strade, nelle piazze, nei palazzi, nelle statue e  nelle vestigia sopravvissute al tempo e agli eventi storici. Passeggiare per Roma è come intraprendere un percorso lungo la sua storia, tra i monumenti e le testimonianze che ovunque ricordano l'importanza di Roma, città centro del mondo (Roma Caput Mundi).


Leggi anche:

Commenti

  1. Ho trovato molto interessante l'articolo sui Romani, spesso capita che avendo una moglie insegnante cerco di darle una mano nella ricerca di siti didattici come questo.

    Saluti

    Gennaro

    www.giochi-free.it

    RispondiElimina
  2. Direi che il dominio romano è durato 2000 anni considerando l.impero romano d oriente erroneamente chiamato impero bizantino quando proprio i bizantini si recitavano romani e non erano nemmeno a conoscenza del nome Bisanzio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interpretazione che condivido, anche se mancano ancora molte pagine di storia a questo blog per poter articolare questo discorso. La sintesi è utile per le scuole primarie ma ci sono pagine di storia bellissime che spero di riuscire a inserire presto, prima tra tutte quella su Attila.

      Elimina

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?