La medicina nell'antico Egitto

La medicina era molto sviluppata nell'antico Egitto, esercitata da una casta di professionisti altamente specializzati per l'epoca che godevano di grande rispetto e stima nella popolazione.

Probabilmente grazie alle conoscenze anatomiche acquisite con la pratica della mummificazione, gli antichi medici egiziani avevano già compreso il collegamento del battito del polso con il cuore, che consideravano il centro della vita.

L'approccio dei medici era molto simile a quello odierno, osservavano i sintomi  e in base a questi diagnosticavano la malattia prevedendone il decorso e l'esito, ossia facendone la prognosi.

A testimonianza di questo approccio analitico e moderno è stato rinvenuto e tradotto il Papiro Erbens, una raccolta di casi clinici corredata da note e commenti.


Approfondimenti: 
LA CIVILTA' EGIZIA 
LE PIRAMIDI 
LA SCRITTURA 
La donna nell'antico Egitto
La moda al tempo degli Egizi
Tolomeo: il faro, il museo e la biblioteca della grande Alessandria d'Egitto
Cleopatra, l'ultima dei faraoni

Commenti