Le rocce

Dal nucleo alla crosta terrestre, la Terra è rivestita da strati di rocce con caratteristiche diverse.
Le rocce che emergono dal suolo sono ricoperte da humus, uno strato di terriccio  morbido composto da detriti rocciosi e resti vegetali e animali, ed è nell'humus che le piante affondano le proprie radici. In alta montagna l'humus non è presente e le rocce affiorano direttamente con le loro forme naturali.

LE ROCCE MAGMATICHE

Le rocce magmatiche sono quelle che si sono formate con il raffreddamento dei materiali incandescenti del sottosuolo affiorati sulla crosta terrestre e per questo si chiamano rocce vulcaniche, eruttive o ignee.
Assumono inoltre nomi più dettagliati a seconda della profondità del materiale che le ha formate:
le rocce effusive si sono formate in prossimità della crosta terrestre e pertanto la temperatura meno elevata e il raffreddamento immediato, le rocce intrusive sono state originate dal magma profondo incandescente e il loro raffreddamento è stato più lento mentre le rocce ipoabissali si sono formate con un materiale di media profondità e si sono raffreddate più lentamente delle rocce effusive e meno di quelle intrusive.

Rocce magmatiche sono il granito e il basalto.

LE ROCCE SEDIMENTARIE

Le rocce sedimentarie sono formate da strati di materiale diverso che si è sedimentato con il tempo: frammenti di altre rocce, fango, sabbia, resti animali e vegetali trasportati dagli agenti atmosferici o dall'acqua e poi solidificati.
Esempi di rocce sedimentarie sono l'argilla e il calcare.

LE ROCCE METAMORFICHE

Come suggerisce il nome, queste sono rocce magmatiche e sedimentarie che hanno subito una "metamorfosi", trasformandosi in una roccia dall'aspetto diverso dell'originario sprofondando nel terreno e subendo quindi temperature elevate successive alla formazione o dopo essere state sottoposte ad alta pressione.
Esempi di rocce metamorfiche sono il marmo e l'ardesia.

Le rocce più diffuse sullo strato della crosta terreste sono di origine magmatica, anche se spesso sono ricoperte da uno strato di roccia sedimentaria o metamorfica.

Le diverse tipologie di rocce determinano le differenze di paesaggio e generano diverse possibilità di sfruttamento economico. Proprio per il loro diverso utilizzo, oltre a comprenderne l'origine è importante determinare anche le caratteristiche delle rocce, in particolare la loro impermeabilità all'acqua e la loro durezza.
Il granito è una roccia dura mentre l'argilla è una roccia morbida.

Le rocce permeabili, come la creta, si lasciano attraversare dall'acqua e non costituiscono la base per terreni coltivabili. Anche il calcare è una roccia permeabile che si scioglie a contatto con l'anidride carbonica presente nell'acqua dando vita a grotte sotterranee e voragini.

Le rocce impermeabili non lasciano penetrare l'acqua, nei terreni pianeggianti questa ristagna sulla superficie terrestre, se il terreno è in pendenza su queste rocce scorrono fiumi e torrenti o si possono formare i laghi. Anche sulle rocce impermeabili  non può crescere vegetazione perché il terreno sottostante non riesce ad assorbire l'acqua piovana.

Commenti