Cetacei della preistoria

Se con il declino dell'impero dei dinosauri la terra ferma si stava popolando di giganteschi mammiferi bizzarri, anche nel mare spadroneggiavano gli antenati delle balene e degli altri cetacei. Per quanto il loro habitat abituale fosse il mare, potevano emergere anche sulla terraferma, e muoversi, seppur con maggior difficoltà, con le zampe di cui erano provvisti.



Il Pakicetus  

ricerca sui mammiferi acquatici preistoriciLo studio dei primi cetacei sembra portare ai Pakicetidi, animali prevalentemente terrestri vissuti 50 milioni di anni fa lungo le acque poco profonde delle coste del Pakistan. L'aspetto non era affatto simile a quello di una balena o di un serpente, a vederlo ricorda più un mammifero completamente terrestre simile al lupo ma lo studio dei suoi fossili ha dimostrato che questo è il più primitivo dei cetacei. Si cibava di carne e di pesce e poteva entrare e uscire dall'acqua con grande naturalezza, cacciando indifferentemente dove il cibo era più abbondante. Il Pakiceto rappresenta un grande modello di adattamento, ossia del mammifero terrestre che si adattò perfettamente alla vita in acqua.

Il Protoceto (protocetus atavus)

i cetacei della preistoriaIl protoceto era un vorace cetaceo che visse nel bacino del Mediterraneo dai 55 ai 33 milioni di anni fa che poteva raggiungere la lunghezza di due metri e mezzo. Aveva zampe anteriori simili a pinne e zampe posteriori piccole e praticamente inutili in acqua, le sue abilità di cacciatore erano date dalla dentatura possente e a zigzag che gli permetteva di intrappolare la preda con i denti anteriori e di ucciderla con quelli posteriori. Era dotato di un'ottima vista e straordinario olfatto, anche se non aveva ancora sviluppato il sonar delle balene poteva sentire gli odori anche in acqua.

Il Basilosaurus  

grande quanto una balena ma col corpo da serpenteGrande quanto una balena moderna, il basilosaurs era un mostro marino dal corpo serpentoide e la testa piccola che visse nei mari dell'Africa e del Nord America tra i 40 e i 37 milioni di anni fa. Si cibava di pesci, crostacei e calamari che catturava e triturava facilmente con la sua dentatura aguzza.

Il Titanoceto (Titanocetus sammarinensis)

storia dei cetacei estintiIl nome del Titanoceto potrebbe far pensare a un cetaceo titanico in realtà il nome deriva dal monte Titano, il monte principale della Repubblica di San Marino, dove se ne ritrovarono i fossili. Il Titanoceto scorrazzava nelle coste italiche tra i 13 e gli 11 milioni di anni fa e non era particolarmente grosso, la sua testa misurava un metro e non superava complessivamente i 6 metri di lunghezza. Presentava elementi sia preistorici che moderni e aveva l'aspetto delle attuali balenottere, seppur più piccolo.




Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq

I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog