Gli ambienti acquatici: il mare

il mare spiegato ai bambini
L'acqua è un bene essenziale e prezioso per la vita sulla terra, senza l'acqua il pianeta sarebbe desertico e inabitabile.
La vita di uomini, animali e vegetali è strettamente connessa alla presenza di acqua, e l'acqua ci viene data da oceani, mari, laghi, fiumi, torrenti e ruscelli. 
Il mare è una distesa di acqua salata che copre gran parte della superficie terrestre, quando gli spazi tra due continenti sono molto ampi prende il nome di oceano. 
Il punto in cui il mare incontra la terra si chiama costa, può essere alta, rocciosa e piena di scogli oppure pianeggiante e sabbiosa.

studiare il mareLe rientranze della costa sono chiamate baie se piccole e golfi se ampie e profonde.
Le penisole sono territori che si protendono nel mare, l'Italia è una penisola.
I promontori sono sporgenze montuose, possono essere più o meno grandi.
Le isole sono terre completamente circondate dall'acqua, possono essere molto piccole o molto grandi, come la Sicilia e la Sardegna.
Quando le isole sono numerose e vicine, formano un arcipelago.
Abbiamo imparato che le prime forme di vita si sono formate nell'acqua, nel mare sono tantissime le specie viventi e molte sono ancora a noi sconosciute .


Nel mare vivono le alghe, organismi vegetali in grado di produrre l'ossigeno necessario alla respirazione degli animali marini, che possono essere mammiferi (delfini, orche, foche, capodogli e balene) o pesci (tonni, squali, triglie, murene, spigole ecc... ecc...). Altre forme di vita che popolano i mari sono i molluschi (ostriche, mitili, polpi, vongole...), i crostacei (granchi, aragoste...) e il plancton, microrganismi invisibili all'occhio umano che rappresentano il nutrimento di tantissimi pesci e che di notte, sulla superficie dell'acqua, quando c'è la luna piena, luccicano.
Lungo le coste vivono molte varietà di uccelli come gabbiani e cormorani che si nutrono di pesci e di molluschi, mentre la macchia mediterranea è composta da numerosi alberi quali rosmarino, oleandro, eucalipto, agave, salvia, timo, mirto, fico d'india, pino marittimo, lavanda, alloro. Nella macchia mediterranea trovano l'ambiente ideale per la loro vita istrici, ricci, cinghiali, conigli selvatici, falchi, allocchi, gufi, orbettini, faine e cicale. 

le caratteristiche del mare
L'acqua del mare si muove costantemente attraverso il flusso delle onde causate dal vento. Ci sono poi le maree, movimenti più importanti che alzano e abbassano il livello dell'acqua a intervalli regolari e sono causate dall'attrazione che la Luna esercita sulla superficie dell'acqua. Le correnti marine sono dei veri e propri fiumi che attraversano il mare, possono essere di acqua calda o fredda, seguono sempre lo stesso percorso e possono essere superficiali o profonde. Le correnti marine sono importanti perché influenzano il clima.


caratteristiche dell'acqua marinaIl mare è sempre stata una risorsa per la vita dell'uomo che, grazie alla pesca, ha potuto sviluppare una fonte di guadagno e di commercio che ha permesso alle popolazioni del mare di lavorare e di nutrirsi.

I porti sono i punti di snodo dove attraccano e partono navi che possono essere piccole imbarcazioni per la pesca o grandi pescherecci, o ancora navi passeggeri, mercantili, traghetti, petroliere o barche da diporto.
Numerose fabbriche sono state costruite in prossimità dei grandi porti perché il trasporto sull'acqua è più economico rispetto a quello su terra. Infine una grande risorsa per i paesi sul  mare è il turismo.

LE COSTE
Le coste sono quei lembi di terra che abbracciano il mare e risentono direttamente dell'erosione dell'acqua, modificando la propria conformazione fisica.
Anche la spiaggia è una costa, una costa bassa coperta dalle onde, e può essere sabbiosa o pietrosa.
Le coste alte sono invece quelle scogliere rocciose che precipitano a picco sul mare. Si parla inoltre di costa dritta se non presenta sporgenze o insenature  e si adagia sul mare con dolcezza mentre quelle frastagliate sono state forgiate con intense dispute tra mare e roccia e presentano profili irregolari e rocce aguzze e disordinate.
Quando la terra avanza nel mare imponendo una striscia di terreno si chiama promontorio se presenta un'altitudine significativa, punta se l'altitudine è moderata e lingua se invece il livello del terreno è basso.
Anche le insenature, ossia quelle ferite che il mare ha imposto con il tempo nel terreno, conquistandone lo spazio, assumono nomi diversi a seconda delle dimensioni, troviamo quindi le baie, larghe al centro e strette nelle imboccature, i golfi, quando lo spazio è profondo e la rientranza del terreno importante e si chiamano rade le insenature di piccole dimensioni che creano piccoli spazi riparati.

L'istmo invece è una sottile striscia di terra che unisce due continenti o una penisola e un continente, i più noti sono l'Istmo di Panama, che unisce l'America del Nord e quella del Sud, e quello di Suez in Egitto.

Il mare è inoltre il creatore di lidi e lagune. Il movimento dell'alta marea travolge la sabbia e la trattiene, con l'abbassarsi della marea questa si deposita sul fondale creando un lido, il mare che separa il lido dalla costa si chiama laguna.



Commenti

Posta un commento

E tu cosa ne pensi? Ti va di lasciarmi un commento?

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq