L'energia e la forza

Energia e forza interagiscono, ma sono cose diverse, un po' come il carburante che fa muovere il motore.

L'energia è il carburante, la capacità di determinare cambiamenti e trasformazioni, la forza è la macchina, una causa fisica che determina movimento e trasformazione.

L'energia si trova ovunque, tutto quello che accade, che si muove e che si trasforma lo fa per la spinta di un'energia. L'energia eolica del vento spinge la barca e fa volare gli aquiloni, l'energia elettrica illumina le nostre case e fa funzionare gli elettrodomestici,  l'energia del corpo umano ci spinge a fare un sacco di cose.

Ci sono molteplici forme di energia, che si sviluppa grazie a fattori diversi:

  • Energia elettrica - origina dai movimenti di cariche elettriche
  • Energia eolica - origina dal vento
  • Energia idrica - origina dal movimento dell'acqua
  • Energia termica - origina da un corpo caldo in cui le molecole si agitano
  • Energia chimica- origina dalle sostanze combustibili
  • Energia solare - origina dal sole
  • Energia nucleare - origina dagli atomi di cui è composta la materia



La forza si manifesta quando un evento o un'azione modificano e trasformano qualcosa, la forza del vento erode le montagne, la forza dell'acqua scava gli scogli, la forza dell'uomo gli permette di compiere tantissime azioni.

Se, per convenzione, si definisce lo stato di quiete quello in cui un corpo è fermo e uno stato di moto quando cambia la sua posizione, la forza è responsabile di questi cambiamenti per cui muove i corpi fermi, ferma i corpi in movimento e modifica la forma di un corpo.

 L'energia può assumere molte forme diverse, quando viene utilizzata si trasforma, trasferendosi da una forma ad un'altra forma. Questo passaggio si chiama catena ininterrotta di trasformazioni.

La fonte di energia primaria è il sole, dal sole dipende la vita sulla Terra e l'energia del sole arriva sotto due forme: l'energia luminosa della luce, l'energia termica del calore, queste due energie solari si diffondono ovunque, trasformandosi continuamente.

L'energia luminosa del sole permette la vita delle piante che, assimilandola con il processo di fotosintesi, la trasformano in energia chimica. Le piante vengono mangiate da uomini animali e l'energia chimica si trasforma in energia termica e cinetica, permettendo al corpo di muoversi generando così l'energia muscolare che, con il movimento, diventa energia meccanica.

L'energia termica del sole crea correnti d'aria che generano i venti, quindi energia eolica, che viene sfruttata dalle pale degli impianti eolici per girare, sfruttando quindi l'energia meccanica e trasformandola in energia elettrica.

La terra nasconde grandi giacimenti di energia, sono gli accumuli dei resti vegetali e animali rimasti sepolti nel terreno che, con il passare del tempo, si trasformano in giacimenti di carbone, petrolio e metano, ossia sostanze ricche di energia chimica che, bruciando, producono energia termica ed energia meccanica, utilizzate per il riscaldamento e per il movimento delle macchine.

L'utilizzo dell'energia può causare la sua dispersione, sotto forma di luce e calore,  ma non la sua distruzione.

Le forze

Così come esistono molti tipi di energia, esistono anche molti tipi di forze, come la forza di gravità, quella magnetica, quella elettrica. Le forze funzionano seguendo delle leggi naturali:

🌟 un corpo mantiene il proprio stato di quiete o di moto fino a quando non viene modificato da una forza esterna

🌟c'è una relazione tra la forza, il peso e la velocità

🌟quando un corpo esercita una forza su un altro corpo, questo reagisce esercitando a sua volta una forza di uguale intensità in direzione opposta.

Quando un oggetto si muove ed entra a contatto con un altro corpo, si innesca una forza frenante che si chiama attrito. Se la superficie è ruvida l'attrito è maggiore, se è liscia minore. Per questo motivo, per esempio, si oliano gli ingranaggi delle macchine per limitare l'attrito frenante e si creano pneumatici ruvidi per non farli scivolare in modo incontrollato.

Le nostre dita sono ricoperte da polpastrelli ruvidi, possiamo non avvertire questa ruvidità perché si tratta di microsolchi molto piccoli, ma è grazie ai polpastrelli che possiamo maneggiare gli oggetti con padronanza, se le dita fossero lisce gli oggetti scivolerebbero via.

Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq


I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog