I Camuni: gli antichi popoli italici della Val Camonica

Chi erano i camuni?

I Camuni erano un antico popolo italico, probabilmente autoctono visto che la loro lingua era preindoeuropea, si insediarono presso la Val Camonica dove sono state rinvenute vaste tracce della loro cultura, alcune risalenti al paleolitico. 

Fino a 10.000 anni fa la valle era ancora ricoperta da una distesa di ghiacciai, quando iniziarono a sciogliersi la valle assunse un aspetto ospitale, ricca di corsi d'acqua e di una natura generosa, i territori si riempirono di animali e sulle loro tracce arrivarono anche i cacciatori, che si servivano altresì di quei frutti che la natura elargiva generosamente.
Nella Val Camonica, che si trova in Lombardia, a Nord di Brescia, l'ambiente fu propizio per la vita umana, e quando, con il neolitico, i tempi furono maturi per il passaggio all'agricoltura e alla pastorizia l'uomo costruì insediamenti stabili, sviluppando anche un artigianato pregiato.
I camuni conoscevano l'importanza della rotazione delle culture e della transumanza degli animali, che d'estate portavano in alta montagna per riportarti al villaggio d'inverno.

Poi ci fu un'altra grande rivoluzione che li vide protagonisti, quella dell'età del ferro. La valle era ricca di miniere e i Camuni impararono a lavorare il ferro, diventando abilissimi fabbri e, di conseguenza, commercianti. 

Nei villaggi dei Camuni, che ad un certo punto si trasformarono in cittadelle, c'erano cacciatori, agricoltori, allevatori, artigiani, commercianti e guerrieri. 
Le armi dei guerrieri erano i pugnali, la spada, l'ascia e la lancia, sapevano inoltre utilizzare arco e frecce e avevano un'arma simile al boomerang, tipica delle popolazioni celtiche.

Le case dei Camuni

Viste le antichissime origini di questo popolo, anche le loro abitazioni subirono dei processi di trasformazione nel corso del tempo. I primi cacciatori si rifugiarono nelle numerose grotte del luogo, poi si iniziarono a costruire capanne utilizzando tronchi, fango, paglia e foglie, e infine case con basamenti in pietra o palafitte sollevate dal terreno per mantenere gli ambienti meno umidi e più sicuri.
I Camuni furono un'importante comunità locale fino all'arrivo dei romani che, sotto l'Imperatore Augusto, li assoggettarono per incorporarli, nell'arco di un paio di secoli, a pieno titolo nel territorio romano, con lo status sociale di cittadini romani.

La storia dei camuni, antichi popoli italici


Le incisioni della Val Camonica

Stupisce come, nonostante le origini antichissime dei Camuni, le loro tracce si siano scoperte solo recentemente, intorno ai primi decenni del 1900, e allo stesso tempo stupisce capire l'arco temporale in cui questi petroglifi furono incisi sulla pietra, ossia da 8000 anni fa fino al medioevo, segno che, nonostante la romanizzazione, la cultura e la tradizione locale perdurarono tra la popolazione.
Le incisioni riportano varie rappresentazioni, alcune sono figurative e rappresentano molto bene alcuni aspetti della loro vita (come la lavorazione del ferro, le case, i villaggi...) altre sono simboliche, come la rosa camuna, un simbolo talmente ricorrente nella  produzione camuna da essere stato adottato dalla Regione Lombardia come simbolo della regione.
Ricorrenti anche il sole, probabilmente legato al culto del sole, che da sempre ha esercitato un grande ascendente su moltissimi popoli, e gli animali, primi tra tutti i cervi.
Queste incisioni erano probabilmente un dono per gli dei, un modo per ingraziarsi il loro favore e protezione, una sorta di voti grafici per ringraziare la divinità.

Lo studio di queste incisioni ha evidenziato una stretta connessione, a partire da un dato periodo, con le popolazioni celtiche. In ogni caso sappiamo che i camuni ebbero numerosi contatti con altri popoli, con gli etruschi per esempio, e sono citati nella letteratura classica come popoli residenti della zona e dunque conosciuti.  

riassunto sui camuni e le incisioni della Val Camonica

Chi erano i camuni? riassunto per la scuola




Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq


I consigliati del mese

I 7 Re di Roma - Una rapida carrellata dei sette sovrani della Roma monarchica

Inuit e Yupik, i popoli dell'Artide - Alla scoperta di usi e costumi di un popolo antichissimo che rischia l'estinzione

Come vivevano gli Unni? - Abbandonate tutti i pregiudizi sugli Unni e scoprirete un popolo accogliente e multietnico

La gazza ladra - l'elegante vicina di casa che brilla per la sua intelligenza

Cerca nel blog