I sanniti


Quello dei sanniti è un antico popolo italico le cui testimonianze risalgono al 600 a.C., lungo gli appennini meridionali. I Sanniti occupavano un ampio territorio che includeva l'Abruzzo, il Molise e parte del Lazio e della Campania.

Le origini indoeuropee dei sanniti sono chiaramente evidenziate dalla lingua osca che parlavano.
Le principali attività economiche dei sanniti erano la pastorizia e l'agricoltura, vivevano in tribù organizzate in una lega sannita.
Erano guerrieri molto abili.

Lo scontro con Roma iniziò quando i sanniti invasero Capua, le guerre sannitiche-romane durarono dal 343 aC al 290 aC., lungo periodo durante il quale si avvicendarono numerosi conflitti che videro vicendevoli vittorie e sconfitte.

Ad una prima importante vittoria dei Romani seguì una vittoria dei sanniti, che umiliò profondamente la repubblica romana. Le difficoltà dell'esercito romano nel fronteggiare i sanniti erano date dal terreno ostile dell'Appennino, che invece era molto famigliare ai sanniti, luogo in cui era veramente arduo controllare i grandi eserciti romani, motivo per cui l'esercito fu riorganizzato in gruppi meno numerosi, più veloci e più liberi nei movimenti, i manipoli.

I sanniti cercarono di difendere il proprio territorio e si allearono con gli Etruschi, gli Umbri e i Galli, sperando così di arginare la forza romana che, però, aveva già raggiunto la compattezza militare del grande esercito conquistatore.


Commenti

Non copiare perché ti becco.. se vuoi citare o condividere leggi le faq